Il primo caridinaio

Posted by on Set 8, 2009 in Acquari, Nano Acquari | 0 comments

 

Ho dedicato l’estate a studiare i muschi:ecco che è nata in me la voglia di provare ad allestire un piccolo acquario per provare ad allevare i muschi e le caridine.

 

 

Eccomi qui a presentarvi il mio nuovo piccolo progetto che da qualche mese ha attirato mia grande attenzione,
sul quale ho investito parecchio in studio, letture e progetti…(tutta l’estate).Ovviamente io ogni cosa che studio, desidero poi provare con mano…e dopo aver passato un paio di mesi sui libri a studiare i muschi,
aver setacciato esplorato laghi, laghetti e ruscelli della mia regioneper provare a coltivarne qualcuno, ho deciso di dedicare loro una piccola vaschetta.In questa vaschetta poi ho l’intenzione di cimentarmi per la prima volta
nell’allevamento di una varietà di caridine che mi piace tantissimo:
Le Caridine del Suwalesi ” Cardinal”.

 

Image

Innanzitutto nella mia incasinatissima casa ho dovuto faticare non poco
per trovare uno spazio per una vasca di 23 litri, per potermela godere durante il giorno…
quindi dopo che mio marito per giorni mi ha visto aggirarmi in casa con il metro, rimuginante e pensierosa,
ha capito che avevo in mente qualche cosa e mi ha chiesto di scoprire le carte in tavola….

Siccome la scorsa settimana gli ho ceduto due ennesimi punti della mia patente…
gli ho chiesto in cambio di spostarmi qualche mensola nella mia postazione pc….
E così 2 gg fa sono andata dal mio negoziante di fiducia
a prendermi questa vaschetta dell’Askoll che tanto mi aveva colpito allo Zoomark.

Image

spostata una mensola, fatto sparire lo scanner ha trovato posto l’acquarietto nel mio angolo preferito di casa,
dove scrivo  i miei articoli  e studio.

Image

Image

Il Fluval Edge askoll è una piccola vasca di 23 litri,con un filtro a zainetto
e due faretti da 10 watt a basso consumo.
Non permette grandi cose, ma è più che sufficiente per quello che ho in mente di fare..
.e si integra perfettametne con l’arredamento moderno di casa mia.

Image

Innanzitutto il binomio caridine più muschi deve far combaciare in una unica vasca
le esigenze di coltivazione e allevamento un pò diverse:Le Caridine: le ‘Cardinal’ sono delle caridine che hanno bisogno di un’acqua dura con un pH che varia dal 7 all’8.Una temperatura dai 27°-29°.acqua molto pulita, non troppa luce, poco fertilizzante.
Mi sono messa alla ricerca dei muschi adatti….e dopo ve li elenco…Vediamo ora il layout:per prima cosa ho fatto prove di kamasutra sul pavimento su una forma di cartone e il mio foglio di carta.. dove ho fatto un progetto su come utilizzare il poco spazio a disposizione.

Image

 

In questo acquario non ho previsto alcun legno..ma solo dei sassi che saranno interamente coperti da vari tipi di muschi.
Una volta deciso tutto, sono passata ai fatti:Musica di sottofondo: Sinfonia n°3 di Brahms…
Ho cominciato a mettere il fondo: del ghiaino nero di quarzo granulometria 0,7-1,00 della Dennerle

 

Image

 

Una volta versato… mi è venuto un colpo: non avevo messo lo sfondo..Ho fatto qualche prova: ero indecisa se blu o nero….ma ho optato per il nero… il blu non mi convinceva affatto!!!

 

Image

 

Dopo aver finito di attaccare lo sfondo adesivo, ho finito di mettere il ghiaino

 

Image

 

a questo punto ho posizionato i sassi come avevo fatto del modellino sul cartone.(Più o meno)Anche la scelta dei sassi è stata valutata per fare da substrato ideale al tipo di muschio che ho previsto per quel sasso…

 

Image

 

Image

 

Rimesso il suo coperchio, accese le luci, starà cosi’ un paio di gg prima di riempirlo in acqua,
così voglio vedere se mi saltano in mente altre modifiche…La lista delle piante scelte è gia’ stata fatta:

 

Image

 

Ho dovuto ovviamente scegliere dei muschi compatibili
con l’alta temperatura richiesta dalle Caridnal:

1) spiky moss
2)star moss
3)singapore Moss ( cercherò di creare un praticello)
4)weeping moss
5)flame moss
6)Xmas Moss
7) Riccardia (per questa ho il dubbio sul fatto che regga la T°), ma semmai la sposto nel plantacquario
8)dietro il sasso 2-3 criptocoryne ‘balance’ a fare un pò di sfondo e per nascondere il termoriscaldatore….

Questo per il momento è tutto….
Dovrete avere pazienza per gli sviluppi… io so che ci vorranno mesi mesi e mesi perchè questa vaschettina diventi qualche cosa di piacevole…

A presto!!!


Ottobre 2009

Eccomi qui di nuovo a mostrarvi i miei sudatissimi progressi su questo progettino.. ino ino….Innanzitutto le modifiche in corso d’opera: ho dovuto spostare l’acquario da dove lo avevo sistemato perchè il peso della vasca mi aveva spostato la mensola… quindi l’ho sistemato nel mobile vicino al cubo….e quel mobile regge di sicuro perchè è stato costruito per reggere una 250 litri…
Tutto sommato dove è adesso si lascia vedere meglio in tutti i lati e così ho anche tolto lo sfondo adesivo dietro…
Image

Quando 20 gg ho sistemato fondo e sassi, ho riempito l’acquario di acqua di rubinetto, e fatto partire il filtro.
Dopo aver messo degli attivatori batterici ho messo 1 ml di ammoniaca per dare una mano alla maturazione dle filtro….
ehmmm da una settimana ho un picco di nitriti così alto che più che picco è una piccozza… e i nitrati idem alle stelle…
Mi sa che se metto la testa dentro l’acquario muoio intossicata!!!!

Mentre succedevano tutte queste cose dentro la vaschettina ho pensato bene di ordinare i muschi in Germania….
E’ stata un’odissea riceverli… anche perchè non c’e’ comunicazione tra i corrieri tedeschi e quelli italiani…. ma dopo qualche allegra vicissitudine finalmetne mi sono arrivati e finalmente ho potuto dedicarmi ad allestire l’acquario.

I muschi erano impacchettati alla perfezione e sono arrivti in ottime condizioni e in generose quantità.
Mi sono preparata tutto il materiale di lavoro in bagno…

Image
Image
Image
Image

retina per i capelli e filo di nylon
Image

 

Ho recuperato uno ad uno i sassi dentro l’acquario.. e ad ognuno di loro ho messo un muschio, secondo lo schema che mi ero prefissata.
Con questa sottile lastra di ardesia, ho fatto una piccola porzione di muro di muschio:

 

Image

Ho appoggiato sopra il weeping moss
Image
Image

 

Ho preso poi la retina per i capelli, l’ho applicata sopra e legata dietro per tere aderente il muschio alla lastra di ardesia.
Image
Image
Image

 

per il ‘flame moss’ che cresce come fiammelle, ho usato una lastra che per come è posizionata permetterà al muschio di crescere e creare l’effetto fiamma…
Image
Image
Image

Nelle due rocce zebra ho messo lo Spiky Moss e lo Star Moss
Image
Image
Image
Image

Poi ho preparato un bel sasso con del Christmass e alcuni sassi piatti con del Singapore Moss.
Quando tutto questo lavoro è finito, mi sono preparata tutti i sassi vicino la vasca e ho ricomposto il quadro come precedentemente…
Image
Image
Image

 

Prima di ripristinare il livello dell’acqua, ho messo una spugnetta di prefiltro, per quando arriveranno le caridine….
Image
Image
Image
Image

 

L’insieme mi piace.. ma non è finito… perchè ho intenzione di aggiungere un ramo di Bolbitis heutelodi e un ciuffo di Hygrophyla difformis (come pianta a crescita veloce per i primi tempi)… che mi arriveranno nei prossimi giorni….Nel frattempo l’acquarietto si presenta così… e devo dire che mi piace parecchio…


 

Dicembre 2009

 

Eccovi un aggiornamento sul mio acquarietto dedicato ai muschi e alle Caridine ‘cardinal’.Come potete vedere dalle foto i muschi, seppur lentametne sono cresciuti…

 

Image
Image
Image
Image

 

Ho fatto qualche piccola modifica al layout,  sopratutto per potere vedere di più i gamberetti che sono molto molto timide..Uso acqua di rete mescolata ad acqua osmotica: ho i seguenti valori di acqua:pH 7,8-8-00, kh 6-7 no2 0 no3 15..T° 27°-28°cambio mezzo  litro di acqua al giorno… .. una bottiglietta di acqua minerale…eccovi qualche foto delle caridine…sono una quindicina di esemplari di due ceppi diversi…

 

Image
Image
Image
Image

 

A momento stanno bene e spero vorranno presto  riprodursi, così almeno potrò vederle più spesso….  perchè 15 esemplari fa sembrare la vaschetta vuota..

 

a presto!!!

 

 

Settembre 2009-

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.